FAQ

Tutto quello che c’è sapere sull’Arnica

Applicata sulla pelle viene utilizzata proprio per ridurre dolore e gonfiore, per esempio in presenza di slogature e problemi di artrite, disturbi ai muscoli e alle cartilagini, acne, punture di insetto e labbra screpolate. Inoltre l'arnica è un ingrediente di tonici per capelli e preparati anti-forfora.

L'arnica è indicata per tutte quelle lesioni che vedono la pelle integra.
Non deve essere applicata invece in caso di ferite aperte, ulcere, escoriazioni, perché ne sortirebbe un effetto irritante per la pelle e una forte sensazione di bruciore.

Le soluzioni per uso topico, come gli unguenti, possono essere applicate 2 o 3 volte al giorno sulla parte dolente; è sufficiente poco quantitativo di prodotto da massaggiare sulla zona fino a totale assorbimento.

L'Arnica è usata principalmente ad uso topico come antidolorifico e antinfiammatorio in caso di traumi fisici di varia natura (ematomi, contusioni, stiramenti muscolari, …), oppure come rimedio in caso di punture di insetti e leggere infiammazioni cutanee.

Perchè Arnica Montana tintura secondo farmacopea europea 5%. Oleoresina di Capsico e Vanillyl Butyl Ether: agenti riscaldanti neurosensoriali. Agiscono a livello locale attivando dei speciali recettori (vanilloidi), i principali responsabili dell'effetto caldo percepito dopo l'applicazione del prodotto.

L’arnica non ha particolari controindicazioni: il suo uso non interferisce con quello di altre piante medicinali né con l’assunzione di integratori.

Tuttavia, si sconsiglia di utilizzarla se il tuo animale domestico ha una cute molto sensibile o lesa, è in gravidanza o sta allattando.

L’utilizzo di preparati a base di arnica negli animali domestici, sportivi e da lavoro può avere degli effetti indesiderati, nonostante si tratti di preparazioni fitoterapiche completamente naturali.

Generalmente l’arnica è considerata un fitoterapico sicuro, salvo i casi di sovradosaggio o di impiego troppo continuativo, che possono provocare dermatiti da contatto.

Anche l’assunzione orale di gel e creme può causare nell’animale vomito, disturbi a livello epatico e gastrointestinale, irritazioni del cavo orale e delle sue mucose, palpitazioni ed ipotensione arteriosa.